PERIODO JOMON (10.000-300 a.C. circa)


Gli uomini del periodo Jomon erano per lo più nomadi che si spostavano lungo la costa e si dedicavano alla raccolta dei prodotti spontanei del suolo. Inoltre praticavano la caccia del cervo e del cinghiale, anche se la loro alimentazione era costituita principalmente da pesce costiero, molluschi, crostacei e mammiferi marini. Nella fase intermedia questi uomini si spostarono dalle coste alle zone interne. La tarda età Jomon, che ebbe inizio più o meno nel 2000 a.C., fu caratterizzata da una notevole ripresa della pesca sulle coste dell' Oceano Pacifico.

 




PERIODO YAYOI (300 a.C.-300 d.C. circa)


In questo periodo le aree sudoccidentali del Giappone non ricevettero stimoli da altre regioni, mentre Kyushu e le regioni occidentali di Honshu furono notevolmente influenzate da genti più progredite della penisola coreana. Il risultato più importante di questi contatti fu probabilmente l' introduzione della coltivazione del riso (avvenuta a kyushu nel 300 a.C. circa) che modificò radicalmente la cultura dell' arcipelago giapponese. Nel Giappone del nord, invece, la cultura Jomon perdurà fino agli inizi dell' età storica del paese.

 



PERIODO KOFUN O YAMATO (300-552 d.C. circa)


Il distacco definitivo dalla cultura Yayoi è rappresentato dalla costruzione di enormi tombe a tumulo in terra e pietra  nelle aree costiere di Kyushu e lungo le coste del Mare Interno. Kofun significa "delle tombe a tumulo"; le prime tombe di questo tipo risalgono probabilmente ad un periodo compreso tra il 250 e il 300 d.C., il loro arredo funebre era composto da recipienti in ceramica, armature, armi e altri corredi funerari,mentre il perimetro era decorato con statuette d'argilla vuote chiamate "haniwa", che forse fungevano da sentinelle del sepolcro, oppure furono introdotte per sostituire i servitori che prima venivano sepolti vivi insieme al nobile o al capo defunto. Con l'andar  del tempo, un governo che aveva sede nella pianura di Yamato prese sempre più potere diventando la cosiddetta stirpe imperiale del Sole Yamato.


 


PERIODO ASUKA (550-710)


Il Buddismo giunse il Giappone nel VI secolo dal regno coreano di Paekche. L'aggressivo clan dei Soga propugnò l'accettazione del Buddismo come religione ufficiale di stato; prima della conclusione del secolo la capitale venne trasferita più volte e nel 701 vennero completati gli imponenti codici Taiho Ritsuryo, che avrebbero svolto un ruolo di grande importanza nel successivo periodo Nara.

 



PERIODO NARA (710-794)


L'imperatore Gemmei edificò una nuova capitale nella zona nordoccidentale della pianura Yamato e la chiamò Heijiokyo (l'attuale città di  Nara). Il paese era suddiviso politicamente in provincie, distretti e villaggi. L'elevato livello artistico raggiunto in questi anni dal grande Buddha di Nara e dal vasto edificio che ospita questa meravigliosa scultura, il tempio di Todaiji, la più grande costruzione il legno al mondo.

 



PERIODO HEIAN (795-1185)


Il periodo Heian vide l'affermarsi di una cultura in cui la natura e le inclinazioni nipponiche si esprimevano secondo forme proprie e non erano più interamente eclissate da mode e tradizioni importate da un altro paese. La capitale venne spostata nuovamente e a far da padrone a questo periodo fu la potente famiglia dei Fujiwara.

 




PERIODO KAMAKURA (1185-1333)


La gestione del potere passò nelle mani della classe militare, lontano dalla capitale dell'impero; tale forma di governo era simile al sistema feudale del Medioevo europeo. Il sistema prende il nome di "bakufu", che significa letteralmente "governo della tenda". Il termine "shogunato" esprime lo stesso concetto. Il periodo Kamakura fu caratterizzato da avvenimenti che lasciarono il segno, come l'importazione del Buddismo Zen, il cambio da vestiti sfarzosi a indumenti leggeri, la  diffusione dello stile architettonico "Song" e il riallacciamento di relazioni con la Cina.


 


PERIODO MUROMACHI (1333-1587)


In questo periodo, dopo scontri fra i potenti dell'epoca, si apportarono miglioramenti alle tecniche agricole, vennero introdotte nuove colture, si diffuse un'economia monetaria. Alla fine della prima metà  del XVI secolo, missionari e commercianti provenienti dall'Europa arrivarono sulle coste del Giappone.

 



PERIODO MOMOYAMA (1573-1603)


Dal punto di vista artistico questo breve periodo fu il più felice di tutti i tempi per il Giappone, anche nella confezione dei tessuti si raggiunsero dei risultati insuperabili.

 

 


PERIODO EDO (1603-1868)


Il signore assoluto del paese in questo periodo fu Tokugawa Ieyasu nominato shogun nel 1603. La famiglia Tokugawa fece interrompere qualsiasi contatto con l'esterno. Una caratteristica che viene spesso ricordata del periodo Edo è l'emergere di una classe di mercanti sempre più ricchi e il fenomeno Ukiyo-e (xilografie). La città di Edo, (la capitale, oggi Tokyo) era una delle grandi capitali del mondo la popolazione si aggirava sul milione di persone superando Londra e Parigi. Tutte le classi sociali godettero di un notevole miglioramento del proprio tenore di vita. Nel 1868 si pose fine  allo shogunato, con conseguente restaurazione dell'imperatore come signore assoluto.


 


PERIODO MEIJI (1868-1912)


La necessita di affrontare il resto del mondo su una base di parità fu una delle preoccupazioni di fondo del periodo Meiji. Ciò comportò in primo luogo un processo di radicale occidentalizzazione del paese; per recuperare il tempo perduto il Giappone si affrettò a compiere rapidi progressi, in tutti i settori. Quando l'imperatore Meiji morì nel 1912, il paese aveva consolidato la sua economia, definito un sistema politico, diventando una nazione moderna e riconosciuta nel mondo occidentale.

 



PERIODO TAISHO (1912-1925)


Furono anni di assestamento sociale e d'assimilazione culturale; il 1923 fu funestato da uno spaventoso terremoto che fece oltre centomila morti, distruggendo completamente Yokohama e gran parte di Tokyo.


 


PERIODO SHOWA (1925-1989)


Il nome Showa significa "Luminosa Pace", ma fu scarsamente profetico, per le tremende guerre di questo periodo: la prima e la seconda guerra mondiale.

Dopo aver partecipato come alleato della Gran Bretagna alla I Guerra Mondiale. Occupò la Manciuria nel 1931 e invase la Cina nel 1937. Come parte delle potenze dell'Asse nella II Guerra Mondiale, il Giappone attaccò le basi militari degli Stati Uniti a Pearl Harbor, nelle Hawaii, nel 1941. Dopo che gli Stati Uniti lanciarono la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki, nel 1945, il Giappone si arrese. Le forze alleate occuparono la Nazione fino al 1952, periodo nel quale i Giapponesi approvarono una costituzione che trasferiva il potere dall'imperatore al popolo e aboliva l'esercito. Il Giappone in seguito divenne la seconda potenza economica del mondo. Negli ultimi anni l'economia ha sofferto degli stessi problemi che affliggono i Paesi più sviluppati.

 

 

PERIODO HEISEI (1989-?)

 

Periodo attuale.

Clicca qui per vedere la Famiglia Imperiale dell'Imperatore Akihito