L'elemento più importante della tavola giapponese è il riso, il piccolo e gustosissimo riso locale, che si mangia bollito e quasi sempre senza condimento. Il riso accompagna molte vivande, apre e chiude i pranzi e costituisce per molti il cibo principale o l'unico.

I pasti durante la giornata sono tre: al mattino piuttosto presto la colazione può essere "alla giapponese" cioè con riso o pesce o "all'occidentale" con il classico caffè e pane (o brioches); il pranzo quando si è al lavoro o comunque fuori casa, è al sacco, il bento è una specie di cestino da viaggio, è una scatoletta di legno (o plastica) chiaro che contiene sempre riso, pesce o carne e verdure a pezzetti, si mangia naturalmente con le bacchette (hashi o bashi) che nonostante l'occidentalizzazione marcata sono preferite alla forchetta e al coltello. La cena è solitamente consumata a casa.

La cucina giapponese è molto semplice, senza spezie, frugale, ma non priva di fantasia e raffinatezza. Infatti i piatti sono presentati curando in modo incredibile la forma, un cibo prima di essere mangiato deve essere prima di tutto bello da vedere.

I piatti tipici della cucina giapponese sono: il Sukiyaki sottili lamelle di porri con diverse verdure tagliate a fettine e Tofu un formaggio fatto a base di soja cotti con un saporito miscuglio di sake, disalsa di soja e di zucchero; il Tempura, scampi, pesci e verdure passati in un finissimo impasto per bignè e poi immersi nella frittura; il Sushi, riso con aceto sormontato da pesce crudo, aragostine bollite, frittata dolce e altro; lo Yakitori, pezzettini di carne e di fegato di pollo e verdure passati alla griglia, conditi con salsa di soja leggermente dolce e sale; il Tonkatsu, scaloppe di maiale panate e fritte, servite con cavolo crudo tagliato sottile; il Sashimi, fettine di pesce fresco crudo (tonno, orata, sogliola ed altri) con una salsa di soja. Il Sake, ossia il vino di riso giapponese, accompagna gradevolmente queste pietanze.

 

 

I protagonisti della cucina e della tavola

 

 


Alga wakame

E' una delle alge più nutrienti, cresce molto in volume quando viene reidratata, viene utilizzata anche nella cucina macrobiotica

 

Aceto di riso

E' l'unico aceto che si usa nella cucina giapponese, principalmente nella preaparazione del riso per sushi

 

Alga nori

Venduta in fogli sottilissimi è la più usata nella cucina giapponese, se è di colore verde vuol dire che è già tostata

       

 

 


Alga konbu

Viene utilizzata per aromatizzare i brodi di base, può essere usata più volte e si può conservare in frigorifero

 

 


Fiocchi di bonito

E' un pesce della famiglia dello sgombro, seccato e poi affettato sottilmente per ottenere delle scaglie trasparenti (katsuo-bushi) è praticamente quello che per noi è il grana padano

 


Pangrattato giapponese

E' grattuggiato più grossolonamente di quello italiano e si presenta in fiocchi. Viene utilizzato per impanare carne e pesce

       

 

 


Soba al tè verde

Sono tagliolini di grano saraceno aromatizzati al tè verde.

 


Tagliolini udon

Sono preparati con pasta secca di farina di grano tenero e si trovano anche precotti in confezioni sottovuoto

 


Senape giapponese

E' di gusto piuttosto forte e a a differenza della senape occidentale ha il colore di un giallo più intenso

       

 

 


Wasabi in pasta

E' la radice di una pianta simile al rafano, dal sapore piccante, viene venduta in polvere o in pasta, è findamentale pre preparare e accompagnare il sushi

 


Tagliolini soba

Sono preparati con farina di grano saraceno, sottilissimi, di colore scuro, molto caratteristici

 


Zenzero rosa a fette

Radice dello zenzoro tagliata a fettine sottili e conservata sottaceto: solitamente si serve con il sushi